New York per bambini: la guida completa!

Se avete qualche dubbio su New York, sappiate che al termine di questa lettura non l’avrete più! Flavia ormai conosce New York come le sue tasche e ci è tornata la scorsa estate con i suoi due bimbi: Gaia (3 anni) e Matteo (8 mesi). Qui ci racconta tutto, ma proprio tutto quello che c’è da sapere per organizzare un viaggio nella Grande Mela!

New York per bambini-passeggino

Da quando Gaia è nata, abbiamo avuto la possibilità di visitare New York più volte, in diverse stagioni, vivendo quelli che possono essere i privilegi e i disagi del tempo e degli eventi correlati.

New York per bambini: sbalzi di temperatura in tutte le stagioni

Quando Gaia aveva appena due mesi, siamo andati a New York durante le vacanze di Natale.

Di certo l’atmosfera è magica in quel periodo, New York ha qualcosa di superlativo rispetto al resto del mondo, ma le temperature erano decisamente ostili, nevicava e spesso con le forti folate di vento si rialzava la cappottina antipioggia nel passeggino che legavamo ad ogni blocco più forte.

Le soste nelle varie sale da thè, musei e centri commerciali erano spesso obbligatorie…e, con l’ingresso nei luoghi chiusi, le temperature  schizzavano a quasi 30 gradi, e lì cominciava lo spettacolino dello “sbuccia cipolla”.. ossia levare tutti gli strati che aveva Gaietta addosso uno per uno prima che si sciogliesse!!

New York per bambini-springroll
In estate invece il problema è l’opposto.. tenevamo sempre a portata di mano un poncho di quelli in spugna con il cappuccio, da infilarle in testa ogni volta che salivamo sulla metropolitana o entravamo in un luogo chiuso con aria condizionata quasi a 18 gradi!

L’ultima volta, lo scorso agosto, il viaggio lo abbiamo fatto in 4: mamma e papà, Gaia (3 anni) e il nuovo arrivato Matteo, 8 mesi! Così abbiamo vissuto la New York infant&toddler friendly!

New York per bambini: alloggi e pasti

Una delle condizioni fondamentali per me nei viaggi è avere una cucina a disposizione. Cerco sempre di affittare appartamenti o residence con angolo cottura. Questo non solo per i bimbi, ma anche per noi.. mangiare al ristorante per 10 giorni di seguito non fa bene né allo stomaco né alle tasche! Per questo ci siamo sempre affidati ad Airbnb e simili, trovandoci nel complesso sempre bene.

Per acquistare cibi di livello a New York senza però dover spendere troppo si può andare da Trader joe’s, Whole Food Market o Fairway Market.
Grande selezione di omogeneizzati, snack e succhi, pannolini e tutto il necessario anche da Baby’s r Us o Toys’r’us a Union Square e a Time Square.
A Brooklyn e Harlem potete andare da Target e invece sempre a Manhattan sulla 6th tra 18th e 19th trovate Marshalls, anche lì con pochi soldi potete trovare il necessario per bambini e anche vestiti di marca scontatissimi (queste cose, se vi interessa, potrete trovarle anche nei vari Burlington, Tj Maxx e Jc Penny!)

New York per bambini: come organizzare le giornate

New York per bambini-Time Square

Per quanto riguarda l’organizzazione delle giornate, quello che cerchiamo di fare da quando viaggiamo con i figli è di trovare, nell’arco della giornata, parecchi momenti in cui l’attenzione sia tutta per loro, per fargli trovare nella frenesia della vacanza, uno squarcio di quotidianità.

A New York questo è facilissimo. Ci sono, infatti, sparsi per la città, piccoli parchi giochi attrezzatissimi e con delle attività che a Roma non potremmo neanche sognarci: acqua, schizzi, vaporizzazioni.. che aiutano a trascorrere anche la giornata più calda!

Quello che ci ha colpito più di tutti è l’Imagination Playground (2 Fulton Street).

New York per bambini-Imagination playground
Anche il playground di Union Square ha qualcosa di speciale. Mentre vedevo Gaia nella mischia di quei 20 bimbi che giocavano nella sabbia, mi rendevo conto che tra tutti quasi si toccava ogni parte del mondo. Si parlava inglese, italiano, spagnolo, arabo, ebraico, filippino e sicuramente altro che non ho riconosciuto..

New York per bambini-Parco Union Square

Sia in estate che in inverno, con i bambini, trovare un posto al chiuso per una sosta può essere fondamentale. E se non si vuole per forza rimanere chiusi in un bar, ecco alcuni “giardini al coperto” che potrete trovare in giro per la città. Sono più o meno tutti atri di palazzi, forniti di sedie e tavolini o panchine, spesso con alberi e uccelli che svolazzano sui rami. Ovviamente tutti con bagni pubblici puliti e attrezzati per i più piccoli, wifi e un punto ristoro. Ve ne elenco un po’ ma ce ne sono sicuramente molti che ancora devo scoprire!

Questi sono tutti uno vicino all’altro:

  • The IBM Plaza, 590 Madison Ave, all’angolo con la 57th
  • Trump Tower, stesso blocco, ma sulla quinta
  • Sony Plaza, 550 Madison Ave, tra 55th e 56th
  • The Crystal Pavilion, 850 third  avenue tra 49th e 50th

Più a sud invece troviamo:

  • il favoloso Winter Garden Atrium 220 Vesey Street (West of West Street) nella zona del world trade center
  • il Wall Street Plaza al 60 di Wall Street tra William e Pearl Streets

New York per bambini-Alt Union

Per una sosta un po’ più consistente, per fermarsi a mangiare e anche per fare un po’ di shopping, imperdibili sono:

  • South Street Seaport: alla mia ultima visita era chiuso per lavori e, informandomi on line, ho visto che lo stanno trasformando, rimodernizzando.. non so se questa cosa mi piaccia o meno.. sono affezionatissima a questo posto, ogni volta che sono stata qui ho fatto almeno un pranzo nella sala enorme con le vetrate sul fiume proprio sotto al ponte di Brooklyn. La scelta del cibo era quella dei classici fast food di tutto il mondo e i negozi che si trovavano ai piani sotto variavano dall’abbigliamento ai gadget ai souvenir. Non so adesso come sarà trasformato, ma quello che sicuramente rimarrà è la vista pazzesca.
  • Chelsea Market: situato sotto la HIGH LINE (uno dei posti DA VEDERE ASSOLUTAMENTE) è uno storico centro dove passare un po’ di tempo, tra ristoranti (sia per sedersi che take away), piccole boutique ed esposizioni di artisti. Decisamente imperdibile!

New York per bambini-Chelsea Market

Visitare Musei per bambini a New York

A New York ci sono molti bellissimi musei: se i bambini hanno l’età giusta per divertirsi in questo tipo di strutture non basterebbero mesi per vederli (bene) tutti! Alcuni sono stati addirittura creati appositamente per i piccoli:

CHILDREN’S MUSEUM OF BROOKLYN, dove i bimbi trovano una città in miniatura nella quale possono liberamente interpretare tutti i ruoli della nostra società;

CHILDREN MUSEUM OF ART, situato invece in Manhattan da la possibilità ai bambini di creare opere d’arte ed esporle nella galleria, artisti tengono corsi per spiegare varie tecniche e, ovviamente, non manca l’area interattiva;

MUSEUM OF MOVING IMAGE, questo museo non l’ho ancora visitato, avendolo scoperto al rientro dalla mia vacanza. Questo è il bello di New York city, è un po’ come un film di Woody Allen.. ogni volta che la rivedi, scopri ed apprezzi cose nuove! Insomma in questo museo troverete reperti dei film, giochi interattivi per poter doppiare film o serie tv e tanto altro… non vedo l’ora di andarci!

INTREPID SEA, AIR & SPACE MUSEUM, una vera e propria portaerei trasformata in un museo, dove troverete aerei della seconda guerra mondiale, sottomarini, navi da guerra e.. lo shuttle!! Questo museo ha anche delle zone all’aperto, per nulla coperte dai palazzi essendo su uno dei moli dell’Hudson, quindi scegliete accuratamente il giorno di visita se andate in inverno!

Il museo di storia naturale, il Moma, il Metropolitan, il Guggenheim ed il Museo di Arte e design non credo abbiano bisogno di essere recensiti da me!! Ma possono sicuramente essere un posto di ispirazione per i bimbi che iniziano a scoprire i propri interessi e ad affinare le proprie capacità!

Sappiate che ogni museo ha una giornata in cui i biglietti sono scontati o addirittura gratuiti, controllate bene tutte le info sui siti quando decidete il vostro programma! Il Museo di storia Naturale invece, ti da il prezzo consigliato, ma voi potete decidere che prezzo pagare (potete anche dire 5 dollari e via!).

Tappe imperdibili di un viaggio a New York con bambini

New York per bambini-Central Park

Central park è un altro di quei posti che non si possono non visitare.. prendete il pranzo al sacco (magari da Whole food a Columbus Circle sotto le Time Warner Towers!!) e pranzate sul prato, con visite di scoiattoli ed uccellini (e piccioni… noi abbiamo anche visto un procione ad agosto!!!).
Di attività ce ne sono davvero molte: lo zoo, la pista di pattinaggio in inverno e le barche sul laghetto in estate, i parchi giochi, il mosaico di John Lennon nella parte chiamata Strawbery Fields (uscendo da li, sulla 72 trovate il Dakota Building, che fu la residenza di fronte la quale fu ucciso John e dove tutt’ora vive Yoko Ono)..
Se i bimbi sono abbastanza grandi consiglio di affittare la bicicletta e gironzolare così per il parco!

Coney Island. Vado su questa spiaggia SEMPRE. Autunno inverno primavera o estate. Una passeggiata sul lungomare, una visita all’oceano e, nella bella stagione, chioschi aperti e il mitico parco giochi, storico, con la ruota panoramica (wonder wheel) per bimbi, ed accanto quelli per adulti con le montagne russe più assurde. Da vedere.
Ps: In estate sul lungo mare è difficilissimo trovare ombra.. cappellino obbligatorio e perché no, ombrellino!

New York per bambini-Coney ruota panoramica

Se non si è mai stati a New York sembra obbligatoria la tappa alla statua della libertà, ma se non si vuole fare la fila infinita e si decide, a malincuore, di saltare Ellis Island, potete prendere il traghetto che gratis vi porta a Staten Island e ci passerete molto vicino! (south ferry, metro 1 rossa)

Anche l’Empire State Building è un must do, ma con vista più bella e molto meno fila io consiglio il Top of the Rock, a Rockfeller center!

Union Square, ospita in inverno il mercatino di Natale, mentre tutto il resto dell’anno ci sono i banchi dei coltivatori o produttori  dei dintorni. Una delle mie piazze preferite e come già detto sopra ha un parco spettacolare (andate a prendervi una centrifuga al secondo piano di whole food e cercate di prendere un posto davanti alla vetrata!!)

Per quanto riguarda Brooklyn, dopo aver pranzato a Seaport, potreste prendere l’East River Ferry, arrivare alla fermata Dumbo, fare una foto di tutta Manhattan al moletto davanti alla Ice Cream Factory, e andare verso nord, passando per la Jane’s Carousel, un enorme giostra antica con i cavallini, per arrivare fin sotto al Manhattan Bridge dove troverete un’area gioco molto carina! La zona intorno è ricca di gallerie di fotografie e arte, negozi di stilisti emergenti e tatuatori..

New York per bambini-Ponte Brooklyn

Aspettate il tramonto e fatevi il ponte di Brooklyn a piedi, con la vista sui meravigliosi grattacieli che inizieranno ad illuminarsi, una finestra alla volta.
Di Brooklyn consiglio anche un giro a Williamsburg, lungo Bedford ave (prendete a Union Square la metro L fino a Bedford), Union Square, Astor Place, la Broadway fino a Canal street, Meetpack district, tutto il Village, Tribeca.. potrei passare ore a scrivere cosa c’è di bello, mattone dopo mattone a Nyc ma ora devo chiudere e quindi passo ad elencarvi qualche posto dove mangiare e fare shopping.

Dove mangiare a New York con bambini

New York per bambini-cibo

  • Shake Shack (ce ne sono parecchi in giro, Hamburger e patatine come un solito fast food, ma decisamente più buoni.. consiglio, se il tempo permette, quello al Madison Square Park. Incantevole)
  • Outback Steakehouse (ristorante di carne australiano, 10 e lode, 23th Street tra 5th e 6th)
  • Magnolia Bakery’s (una delle tante “pasticcerie” di N.Y., cupcakes meravigliosi ma, soprattutto, anche buoni!!)

New York per bambini-Shake Shack

New York per bambini: shopping

  • Toys’r’us time square. Con la ruota panoramica e un dinosauro interattivo che li stupirà più di quello del museo!
  • M&Ms world – Time Square
  • Hershey’s –Time Square sempre cioccolata e caramelle
  • Fao Schwarz – 5th tra 58 e 59, proprio davanti all’Apple Store. Troverete tutti i giochi del mondo, compreso il pianoforte gigante del film BIG! ( lo avranno visto i vostri figli???)
  • American Girls Place sempre sulla quinta tra 47th e 48th.. ogni bimba troverà la sua bambola.. ogni tonalità di colorito di pelle, forma e colore di occhi, capelli.. e dentro il mitico parrucchiere per bambole, dove nessuno potrà dire.. “e mica stamo a pettinà le bambole!!” (detto romano n.d.r.)
  • Poco più avanti, verso nord, troverete invece il negozio dell’orsetto di peluche, potrai scegliere il modello, mettere all’interno il cuoricino, riempirlo di polistirolo e mettergli i vestiti che vuoi tu!

Questi sono alcuni dei negozi nei quali ai bambini piacerà molto passare del tempo, ma se dovete comprare, ricordatevi dei vari : Marshalls, Jc Penny, Tjmaxx, Target e Burlington, dove trovate cose scontatissime.

New York per bambini-Union Square

Un piccolo ed ultimo consiglio per chi viaggia con bambini in pieno svezzamento e con il palato ancora delicato. Si trova ovunque il philadelphia che io utilizzavo sia durante i pasti nelle pappe, sia come merenda spalmato sul pane; inoltre ci sono moltissimi bar che fanno delle centrifughe squisite: io le prendevo sempre arancia carota mela e pera, e così stavo tranquilla anche dal punto di vista vitaminico!

Bene. Ora mi devo dare un freno…anche se potrei andare avanti parecchio!
Spero di potervi presto raccontare nuovi incredibili angoli di questa meravigliosa città!

Altre informazioni sui parchi gioco le trovate sul blog e sulla app Playground Around the Corner

Flavia
[testi de fotografie di Flavia Ferranti]

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Vacanza a New York con una bimba in passeggino
  2. In viaggio con tre gemelli tra New York e Messico
  3. USA con bambini: guida alla scelta del volo
  4. USA con bambini: guida alla scelta dell’alloggio perfetto
  5. Ammalarsi in viaggio: come comportarsi negli Stati Uniti
  6. Stati Uniti con bambini: consigli pratici per un viaggio low cost
  7. Cosa mangiano i bambini in viaggio? Dipende da noi

L'autrice: *Flavia*

Mamma di Gaia, classe 2011, e Matteo, classe 2014. Per descrivere la mia passione per i viaggi e il senso del viaggio coi nostri figli, uso una citazione di Proust: "L'unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell'avere nuovi occhi"

Commenti

  • Pingback: Natale a New York con bambini: luci, mercatini...e shopping nei Musei!

  • Pingback: New York con bambini: tra shopping e attrazioni baby friendly

  • Pingback: Harlem con bambini: una base alternativa per visitare New York

  • Reply Francesca

    Flavia ma quante ne sai!!! Questo post è utilissimo, grazie! <3

    • Reply Flavia

      grazie Francy!!!

  • Reply roberta

    Buonasera Flavia, io e mio marito abbiamo appena prenotato il volo per NY per trascorrere le nostre vacanze in giugno, è la terza volta per noi, anche noi innamorati di questa città, ma questa volta porteremo anche la nostra bimba di 7 anni. Ero molto titubante, un pò di timore portando lei, ma leggere il tuo post mi ha davvero sollevata!! anche voi avete optato per gli appartamenti in affitto da privati, ma su diversi siti mettono in guardia per via delle numerose truffe….C’è da fidarsi?!! Voi vi siete arrangiati a prenotare questi alloggi? Se mi puoi dare un consiglio ti ringrazio molto!!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Roberta, in attesa della risposta di Flavia ti tranquillizzo io: innanzitutto 7 anni è un’età stupenda! Vedrai quanto si diverte tua figlia e che bella lezione diventa per lei un viaggio del genere! Quindi stai davvero tranquilla e pensate solo a divertirvi!
      Per quanto riguarda gli alloggi, idem, non mi preoccuperei…è vero che di truffe ce ne sono sempre, ma se ti affidi a portali seri tipo Airbnb, Homeaway o anche Booking hai comunque la garanzia di un nome e di una professionalità (e quindi assistenza in caso di problemi).

      • Reply ronerta

        Grazie ad entrambe di cuore!! sono molto più tranquilla adesso!!! 🙂 Non vedo l’ora di andarci!!

      • Reply roberta

        Grazie di cuore! sono molto più serena adesso ed ho parecchio tempo per organizzare le cose! grazie ancora 🙂

    • Reply Flavia

      Ciao Roberta! Grazie per averci scritto!
      come già ti ha detto Milly, viaggiare, soprattutto a Ny con la tua bimba di sette anni sarà davvero un’esperienza fantastica! non c’è assolutamente nulla che debba metterti ansia perché è tutto a tua disposizione, tutto facile e, non da poco, meraviglioso!
      Per gli alloggi, se il tuo budget lo consente puoi vedere anche dei residence, altrimenti, con airbnb o gli altri ti consiglio di prenotare solo quelli con molte recensioni positive. Io nell’ultima mia esperienza ho avuto giusto un paio di pecche ( posizione ottima ma nel pieno carico e scarico di chinatown.. quindi odori forti uscendo di casa ma si poteva sopportare, e due piccole blatte trovate da mio marito la notte, cosa che a ny è più che comune!- cosa che ho trovato anche in albergo, al penn !) ma le altre volte è sempre filato tutto liscio! Cerca però appunto di utilizzare solo siti fidati!

      • Reply roberta

        Grazie di cuore anche a te! sono molto più serena adesso ed ho parecchio tempo per organizzare le cose! grazie ancora 🙂 Non vedo l’ora!

  • Reply Sarah

    Ciao Flavia
    tra due settimane io mio marito e i nostri bimbi di 6 e 4 anni saremo in partenza per una settimana a New York. Siamo quasi pronti ma ho un paio di dubbi su cui penso tu mi possa aiutare. Arriveremo al JFK e l’albergo è a Manhattan per il trasferimento è fattibile la metropolitana o visto bimbi e valige (zaini) consigli altro?
    Sempre per quanto riguarda i trasporti pensavamo di prendere la metro card la consigli?
    Grazie
    Sarag

  • Reply Flavia

    Ciao sara!! Che bello beata te!!
    Dunque, da jfk è comodo il trenino che ti porta alla metro jamaica, da cui poi puoi scegliere il percorso migliore per arrivare nella zona del tuo albergo! ( se vuoi dirmi dove sei ti posso aiutare!) ci vorrà circa un oretta! Con il taxy invece sei intorno ai 64$ mi sembra! La metro card è sicuramente l’ideale per muoversi a manhattan e dintorni, è ricaricabile quindi puoi aggiungere passo per passo quello che sai che ti servirà! Spero di esserti stata un minmo di aiuto e scrivimi pure se hai altre curiositá o dubbi!!

    • Reply Sarah

      Grazie Flavia
      Il nostro albergo è Affinia Dumont sulla 34 th. Per transfert stavo guardando anche i vari shuttle ma non capisco se i bambini pagano prezzo pieno o no. Il dubbio che ho sulla metro è di essere un po’ incasinati tra bagagli e bimbi.
      Per la metro card non conviene fare la settimanale o consigli la ricaricabile x l’occorrenza?
      Grazie mille
      Sarah

  • Reply Flavia

    prendere la metro dopo il volo è decisamente piu scomodo!! Io consiglio il taxy, tariffa fissa e ti porta diretto all’albergo!
    Per quanto riguarda invece la metro card, prova a vedere qui!
    http://web.mta.info/nyct/fare/FaresatAGlance.htm

    Dipende sempre da quanto camminate e quanti spostamenti pensate di fare in metro!
    Noi ad esempio camminando tanto ne prendevamo una o due al massimo al giorno..

    • Reply Sarah

      Ciao Flavia
      tornati da New York, ormai da 15 giorni 🙁 siamo felicissimi tutto è andato bene tutto è stato fantastico. I bambini sono andati alla grande, per sicurezza abbiamo portato un passeggino ma è stato per una settimana a riposarsi in albergo!! I tuoi consiglio sono stati più che utili. Grazie di tutto e al prossimo viaggio

      • Reply * Milly Marchioni *

        Che bello Sarah, sono molto contenta!! Se ti va di raccontarci la vostra esperienza per condividerla con gli altri lettori del blog, noi siamo qui!

    • Reply Lisa

      Ciao! Mi riaggancio a questo discorso: atterreremo al JFK alle 19.20 ed era nostra intenzione prendere un taxi per arrivare all’hotel ma non riesco a capire se esistono taxi dotati di seggiolino (eventualmente da prenotare prima). Stesso problema per il ritorno, mi sapete aiutare?

      • Reply Flavia

        Ciao! Io non saprei, onestamente per il viaggio in taxi ho sempre tenuto i bambini sulle gambe, con tutte le precauzioni del caso! 🙂

      • Reply * Milly Marchioni *

        Io non ho mai trovato in giro per il mondo taxi con seggiolino…
        Quando andai in Costa Rica mi portai il rialzino da casa perchè dovevamo affrontare un lungo on the road.
        So che ne esiste uno gonfiabile, comodo da mettere in valigia….

        • Reply Lisa

          La prima volta che abbiamo preso l’aereo con il bimbo è stato per un tour in Andalusia: mi ero scordata del dettaglio del seggiolino e ho fatto mezz’ora di taxi con il bimbo in braccio, legato con la cintura insieme a me… Sinceramente, ho detto a me stessa che non l’avrei più fatto! E nei viaggi successivi in effetti sono sempre riuscita a organizzarmi. Pensavo che a New York non ci fossero problemi per avere dei seggiolini. Ora valuto che mezzi prendere. Grazie mille per le vostre risposte rapidissime!

          • * Milly Marchioni *

            Figurati!
            Anzi, facci sapere se trovi altre soluzioni…
            Anche io ci penso sempre, ma in effetti non ho mai trovato sistemi alternativi…

  • Pingback: Fao Schwarz a New York: la fine di un sogno | Bimbieviaggi

  • Pingback: Vacanze in agosto con bambini? Gli spunti di Bimbieviaggi

  • Reply SILVIA

    Ciao ragazze!
    a metà ottobre andiamo a NY per una settimana, con nostro figlio di 10 mesi.
    Siamo stati già una volta e siamo pazzi della città.
    Vi chiedo consiglio sull’alloggio, se potete indicarmi qualche residence o simili che abbiano la cucina…
    Grazie mille

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Silvia, che bello! Ora sicuramente la nostra espertissima Flavia ti farà sapere!

    • Reply Flavia

      Cara Silvia, prima di tutto, perdonami per il ritardo nella risposta!
      Per quanto riguarda l’alloggio, la cosa più importante da considerare è il budget. Noi siamo stati anche questa estate ed i prezzi erano veramente alle stelle. Il modo migliore per avere una cucina è affittare una casa, ed al momento per me il sito più affidabile rimane airbnb. Noi stavolta abbiamo usato Nyc come punto di partenza e di arrivo per un giro nel New England e Canada, al rientro dovendo stare solo 3 notti, ci siamo rifiutati di spendere quelle cifre esorbitanti che richiedeva Manhattan, e cosi abbiamo deciso di alloggiare nel New Jersey. scelta che si è poi rivelata azzeccatissima. ti segnalo la zona intorno alla stazione del trenino grove street. a 2 fermate di treno sei nel world trade center e da li la metro rapida r ti porta a time square in 15 minuti. da non confondersi però con il nord di jersey city che tramite ponte e pullman si collega a port authority, il pullman se becca il traffico può metterci più di un ora ad entrare a manhattan!!per qualsiasi altra info scrivimi pure alla mail privata sarò felicissima di aiutarti e sicuramente più rapida!!

      • Reply * Milly Marchioni *

        Flaviaaaa quand’è che mi porti a New York?? Altro che Lonelyplanet!!!

        • Reply Flavia

          quando vuoi!!!!! io per new york sono come Sordi con i maccheroni!!!!!!!!! :PP

        • Reply valeria

          Buongiorno a tutte le viaggiatrici! Dato che vi vedo molto esperte di NY, avrei una domanda: in quale zona è consigliabile/più comodo soggiornare (albergo o casa è indifferente….)? Mi hanno consigliato Manhattan intorno alla 42a strada…ma i prezzi sono davvero alti….mi piacerebbe una posizione comoda per girare soprattutto a piedi….! Il new jersey forse è un po’ scomodo….avete altre zone da consigliare?
          Grazie!
          PS: con questa storia delle blatte mi avete un po’ spaventato…………..

          • Flavia

            Ciao Valeria!
            Manhattan è diventata tutta un po’ inarrivabile come prezzi. per ora regge ancora un po’ il lower east side… Brooklyn ormai viaggia sui prezzi di Manhattan… Harlem a mio parere è scomoda, così come il Queens… i viaggi in metro sono lunghi. Ti consiglio di usare le mappe su airbnb o booking per vedere dove costa meno… Come ho comunque detto sopra ho trovato molto comodo il new jersey, appartamento vicino alla fermata del treno e sei a posto. Nella prima parte della vacanza alloggiavo sulla 86esima e i tempi non erano diversi per raggiungere Union Square e il village (sono le nostre zone preferite, quelle che frequentiamo più volentieri)

  • Pingback: East Coast on the road: tour da New York al Canada

  • Reply Federica

    WOW!!!Prendo nota di tutti i posti qui sopra segnalati…tra poco più di una settimana siamo in partenza per NY con Giorgia (20 mesi)!!! Per noi è la 4 volta ma con lei avremo tante nuove cose da fare e da scoprire! Grazie per i consigli!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Che bello Federica! Buon divertimento! E appena torni facci sapere tutto, mi raccomando! 🙂

  • Pingback: Feste e ponti 2016: dove andare con i bambini? - Bimbi e Viaggi

  • Reply MICKAEL

    CIAO
    TI POSSO CHIEDERE SE AVETE PRESO UN TAXI O SHUTTLE E COME AVETE FATTO PER IL SEGGIOLINO
    TI RINGRAZIO

    • Reply Lisa

      ciao,
      noi abbiamo usato https://www.kidcar.net/, mi sono trovata molto bene. Costa il doppio rispetto a un taxi normale ma per viaggiare in sicurezza per me li vale tutti!

    • Reply Flavia

      Ciao! Dall’aeroporto solo taxi gialli! Senza seggiolino, tenevamo i bimbi in braccio a noi. Mentre una volta affittata la macchina avevamo il rialzo ( portato da Roma) e un altro seggiolino acquistato li!

  • Pingback: Vacanza a Maiorca con bimbi: il primo volo di Filippo

  • Pingback: Festeggiare il compleanno a New York: una vacanza indimenticabile!

  • Pingback: Viaggio con gemelli di due anni tra Stati Uniti e Messico

  • Pingback: Vacanza a New York con bambini con passeggino. Dove andare e cosa fare

  • Pingback: Diario di viaggio a New York con bambini...a gattoni!

  • Reply barbara

    ciao! articolo molto interssante, grazie. Noi stiamo progettano newyork a fine agosto con la nostra bimba di 4 anni. Dove mi consiglieresti di dormire? Come si gira newyork con i bambini la sera, fattibile? Ti volevo anche chiedere se hai mai fatto una gita fuori porta con il treno, magari per andare a bostono o sulla famosa jersey shore?

    • Reply Flavia

      Ciao Barbara! scusa del ritardo… hai già trovato l’alloggio?
      A New York si gira tranquillamente la notte, ma ovviamente bisogna scegliere con cura la zona. Sarò felice di aiutarti se ancora non hai prenotato! di gite ne ho fatte molte, ma in treno mi è capitato solo una volta. Abbiamo sempre affittato la macchina, o usato il pullman. Siamo stati sia a Boston che nel N Jersey, ma ad Atlantic City (la Las Vegas in miniatura dell’est, sconsigliata con minori che non potrebbero neanche entrare nei casinò)!

      • Reply barbara

        Ciao Flavia, grazie per la risposta. Si, abbiamo prenotato! ora ho un sacco di domande per te, posso cominciare con le prime??!! Meglio il Brooklyn children museum o il children museum of the art? consigli di salire sull’empire o sul rockfeller? per la statua della libertà, se prendo il traghettto che va a ellis Island la vedo bene?avevamo piacere ad organizzare anche una gita fuori porta di un giorno nella contea degli amish ma i tour mi sembrano un po superficiali e con la macchina non so bene poi come orientarmi, hai consigli?ultima domanda….bancomat: prelievi con visa funzionano? 🙂

        • Reply barbara

          Ops …dimenticavo.. Hai suggerimenti anche su quale chiesa scegliere con la bimba di 4 anni per vedere una messa gospel? ho sentito che alcune sono un po “forti”….grazie!!

        • Reply Flavia

          Ciao Barbara!
          Dunque, il Brooklyn museum ha molte attività differenti, mentre l’altro è strutturato tutto intorno all’arte. Mi sento di indirizzarti più sul Brooklyn c.m. perché è impossibile che i bambini possano annoiarsi.
          Ti consiglio sicuramente il top of the rock, perché hai la vista dell’empire che merita. Andando a ellis island quasi sicuramente nel biglietto hai anche l’arrivo alla statua. QUindi la vedrai proprio da sotto. fermandoti solo a Ellis onestamente non ricordo bene come sia la vista della statua visto che in linea d’aria è prima. Io prendo sempre il traghetto gratuito per Staten Island. ci passa sotto, non fai nessuna fila per prenderlo, è gratuito e veloce!! Per le gite fuori porta io ho sempre preso macchina e organizzato per conto mio… quindi non saprei come indirizzarti! i bancomat funzionano. Ma assicurati di avvertire la tua banca della partenza. Sono stata a marzo con una mia amica e lei non poteva ritirare. Per il gospel ti consiglio di cercare su google per gli orari e le chiese . Non sono informata così dettagliatamente purtroppo!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *