Asia Inn con bambini: Maldive in guesthouse (e un salto a Doha)

Quali sono gli aspetti positivi e quelli negativi di una vacanza su un’isola dei pescatori alle Maldive? Sicuramente non è un’esperienza per tutti e l’importante è partire informati. Ecco una dettagliata recensione della guesthouse Asia Inn quando inaugurò, nell’Atollo di Ari Sud: a parlare è mamma Fabiana, che ci è stata lo scorso novembre coi suoi due bimbi (3 anni e 7 mesi).

Potete trovare tutti i nostri articoli aggiornati sulla guest house Asia Inn qui > Asia Inn guesthouse Ari Sud

Allettata dagli sconti del 40% che la Qatar Airways propone, mi balena l’idea di affrontare un nuovo viaggio. Questa volta però siamo in quattro, oltre ad Ambra che ha quasi 3 anni c’è il piccolo Alessio di soli 7 mesi. Penso un po’ a quale meta possa essere la più indicata, chiedo un po’ di consigli in giro, anche alla gentilissima Milly, e decido per le Maldive.

Mai avrei pensato di riuscire a fare ancora viaggi simili con i bimbi ed invece mi ritrovo a pianificare il tutto.

Acquisto il volo sul sito della Qatar ed in concomitanza prenoto anche 10 giorni in una guesthouse sull’isola di Dhiffushi nell’atollo di Malè Nord. Mi appoggio ad un’agenzia italiana on line specializzata sulle Maldive che mi propone un buon preventivo, solo che le date (a metà novembre) sono vincolate dalla disponibilità della struttura che ha solo 4 stanze.
Qualche giorno prima della partenza, l’agenzia mi comunica un cambio programma, la struttura da me scelta non lavora più con loro perché non riesce a garantire uno standard qualitativo adeguato e al suo posto mi viene proposto un upgrade, una nuovissima guesthouse: l’Asia Inn nell’atollo di Ari Sud.

Asia Inn con bambini-in acqua
Il cambio mi lascia un po’ perplessa, avendo appena aperto non trovo alcuna recensione sul posto e non c’è una spiaggia privata [AGGIORNAMENTO APRILE 2015: ASIA INN HA UNA PROPRIA SPIAGGIA PRIVATA DOVE SI PUO’ STARE IN BIKINI]. Dalle foto la struttura sembra veramente bella e per compensare la mancanza della spiaggia privata organizzano delle escursioni giornaliere incluse nel prezzo.

Innanzitutto sconsiglio di arrivare nei giorni in cui non c’è il servizio del ferry speed boat (comodo ed economico motoscafo che può trasportare una ventina di persone) perché organizzare il transfer con una barca veloce privata è estremamente caro (750$ a tratta). Attualmente in ferry boat è disponibile ogni giorno escluso il venerdì.
Detto questo vi racconto com’è andata…

Asia Inn con bambini: il viaggio

Il volo in aereo è un disastro, la bimba fa un sacco di capricci, un po’ per gelosia del fratellino e un po’ perché è su di giri, e non ha dorme come credevamo… Lo scalo a Doha (in Qatar) ci aiuta a spezzare la monotonia del volo, l’aeroporto è nuovo, grande e sembra un luna park: c’è il dinosauro gigante, l’area giochi bimbi e anche dei passeggini da utilizzare per gli spostamenti da un gate all’altro.

Anche la seconda tratta, più breve (4 ore e mezza), è molto stancante, ma finalmente arriviamo a destinazione il 14/11 decisamente stravolti.
Per fortuna, arriva presto Mohammed, il nipote del proprietario della guesthouse che ci conduce subito alla barca che ha noleggiato per noi. La bimba è elettrizzata, scorgiamo la caotica Malè da lontano e dopo aver intravisto qualche isola e qualche resort, navighiamo per un’ora e mezza in mare aperto.

Finalmente vediamo terra, riconosciamo l’isola dalla grande antenna, la barca accosta in un porticciolo dove l’acqua è di un turchese incredibile e veniamo accolti da Imad (fratello del gestore).

Mi colpiscono subito i grandi occhi neri delle persone che ci scrutano incuriositi, sono seduti qua è là, su dondoli e sedie fatti con ferro e reti all’ombra di grandi palme, come in un salotto.

Dopo un breve tragitto per le strade di sabbia raggiungiamo la Guesthouse Asia Inn, il proprietario Amir ci accoglie con una limonata fresca, ha aperto da 15 giorni e siamo i primi clienti!
Ci mostra la stanza superdeluxe che odora ancora di pittura fresca. Devo dire che a primo impatto rimango un po’ delusa, dalle foto sembrava più carina, a causa del letto aggiuntivo e della culla sembra piccolina e manca una finestra con luce naturale, ce n’è una che si affaccia al corridoio della reception e una porta cieca conduce alla doccia esterna e al bagno (attenzione che il pavimento è piastrellato, non c’è un piatto doccia quindi quando ci si lava rimane tutto bagnato e scivoloso).

Asia Inn con bambini-stelle
L’esterno invece è molto carino, la bimba si butta subito con secchiello e paletta a giocare sulla sabbia bianca, peccato che ci sono delle zanzare diurne enormi veramente fastidiose che nonostante lo spray ci pungono ovunque.

Facciamo colazione e poi andiamo subito a vedere la spiaggia locale dove per rispetto degli abitanti le donne non possono prendere sole in bikini (se non nel tratto di proprietà della guesthouse), sono concessi pantaloncini corti e maglietta. Dista circa 350 metri, camminiamo sotto il sole cocente sino ad un porticciolo, attraversiamo un tratto trasandato adibito al rimessaggio barche ed ecco la bella spiaggia da cartolina anche se non tenuta benissimo

Asia Inn con bambini-rimessaggio

La sabbia è bianca (attenzione che possono esserci vetri rotti) l’acqua è azzurra, caldissima e bassa (perfetta per i bimbi) davanti c’è subito un bel tratto di barriera corallina.
Rientriamo per il pranzo e poi ci riposiamo un po’ per ritornare in spiaggia poco prima del tramontar del sole. Per la spiaggia e le escursioni, la guesthouse mette a disposizione un ombrellone, gli asciugamani e bottigliette d’acqua.
I pasti nella guesthouse sono semplici e poco vari: riso o pasta con salsa al tonno a pranzo e a cena quasi ogni giorno, spesso c’è del pesce alla griglia, qualche contorno o salsa con il curry, carote, patate, arance, papaya e mela. Se si resta per una settimana va bene, ma noi siamo rimasti 10 giorni…

Asia Inn con bambini-frutta
Arif, cameriere tuttofare mi tiene sempre il bimbo in modo che possa mangiare tranquilla e mi aiuta anche a portarlo in braccio durante qualche spostamento. Tutti gli abitanti dell’isola si fermano spesso a guardare il mio pupo (forse perché è biondo?) e qualcuno gli accarezza le guance paffute, lui però non gradisce sempre, soprattutto quando a farlo sono le donne, credo sia spaventato dal burka nero in testa.

15/11 : Il giorno seguente siamo un po’ più riposati e trascorriamo un’altra mattinata nella spiaggia locale. Alle 16 invece, andiamo a fare la prima escursione sul dhoni: trascorriamo qualche ora serena in mare, emozionandoci a scorgere un bel branco di delfini che si aggira nei pressi della barca e quando rientriamo sostiamo ad un piccolo bar locale nel porticciolo. Ci sono solo uomini e noi siamo sempre accompagnati da qualcuno della guesthouse che intercede per noi: lo fanno perché si sentono responsabili nei nostri confronti per qualsiasi cosa succeda.

Asia Inn con bambini-tramonto
16/11: Il terzo giorno andiamo con la barca a fare snorkeling sulla barriera corallina, avvistiamo un piccolo squalo pinna bianca, tanti pesci colorati e coralli dalle forme più svariate ma con poco colore. Di sera chiediamo di cenare all’aperto, praticamente al lume di candela visto che non c’è l’illuminazione esterna e con una sorpresa, una bella e buona torta per il mio compleanno, che era stato 5 giorni prima!

17/11: Il quarto giorno andiamo sul banco di sabbia che col dhoni dista quasi un’ora. E’ incredibile la sfumatura di colore del mare, blu, azzurro e turchese. La sabbia invece è talmente bianca da accecare. Lì in mezzo al mare è anche molto ventilato e ci sono forti correnti. Dopo un bel bagnetto consumiamo il pranzo al sacco che ci hanno preparato (due tramezzini e un’arancia) ed improvvisamente arriva un forte acquazzone, pioggia e vento ci sorprendono e non sappiamo dove ripararci. Il posto più caldo dove stare è nel mare anche se poi quando usciamo abbiamo poche cose asciutte. Al ritorno viste le condizioni climatiche ci vengono a prendere con un motoscafo.

Asia Inn con bambini-in barca
18/11: L’indomani è ancora cupo, in tarda mattinata porto comunque Ambra in spiaggia e nel pomeriggio andiamo sull’isola deserta (pic nic island), dove prendiamo di nuovo un po’ di pioggia. Alla sera in guesthouse troviamo due nuovi ospiti, dei ragazzi olandesi molto simpatici. Dopo cena usciamo per un giretto tra le stradine dell’isola piene di gente. Per gli acquisti è sempre meglio essere accompagnati da qualcuno della guesthouse perché nei negozietti tendono ad applicare prezzi più alti ai turisti provenienti dai resort.

19/11: Finalmente esce di nuovo il sole e chiediamo di andare sull’altra isola deserta. Anche qua c’è l’acqua bassa ed il mare cristallino ma forti correnti. Peccato però che sulla spiaggia ci sono un sacco di immondizie, loro si giustificano dicendo che provengono dal mare ma io ho la sensazione che siano lì da molto tempo e che nessuno pulisca. Alle 14 rientriamo affamati.

Della questione “rifiuti alle Maldive” aveva già parlato Milly in questo post > Isole dei pescatori alle Maldive < e ne parlerà ancora poiché si tratta di un problema che riguarda tutte le isole, visto che i rifiuti prodotti dai resort non sempre vengono smaltiti come dovrebbero, né tantomeno quelli delle isole dei pescatori.

Asia Inn con bambini-in spiaggia
20/11: Nuova giornata nuvolosa che trascorriamo un po’ in spiaggia e al tramonto a pescare. Al porto un pescatore ci mostra orgoglioso delle aragoste coloratissime e tutto intorno ci sono donne e bambini che giocano ad una specie di baseball con una racchetta da tennis.
La nostra battuta di pesca non è granché, uno squaletto e un pesce di barriera che rigettiamo in mare, solo Imad prende due pesci commestibili: dei barracuda. Al rientro in barca notiamo che il mare nero ogni tanto si illumina di minuscoli puntini luminosi, è il plancton, è la prima volta che lo vedo….

21/11: E’ una settimana che siamo qua, ancora brutto tempo anche se riusciamo a stare in spiaggia un paio d’ore. Al pomeriggio andiamo sull’isola principale di Mahibadhoo, facciamo un giro per le strade allagate, sulla via principale c’è una banca, un ospedale, una moschea e vari negozi locali. Rientriamo velocemente perché il cielo è sempre più minaccioso e infatti un po’ di pioggia ci sorprende in barca.

Asia Inn con bambini-pozze

22/11: L’ultimo giorno ci facciamo riportare al banco di sabbia ma il cielo è ancora parecchio coperto e c’è vento ma per fortuna non piove. Il diluvio arriverà nel pomeriggio e rimaniamo in guesthouse fino a sera quando usciamo per acquistare gli ultimi souvenir. Al rientro, grandi saluti, foto ricordo e ringraziamenti per il nostro ultimo pernottamento.

Asia Inn Maldive
Photo credits: Maldives Sunny Isles

Purtroppo la scelta di effettuare questo viaggio in novembre non è stata azzeccata, è un mese di transizione tra estate ed inverno, parecchio umido e piovoso…

23/11: Sveglia alle 5.30 per prendere il ferry speed boat. Il mare è piuttosto agitato ed il viaggio non è per niente confortevole, prendiamo certi contraccolpi alla schiena….Arrivati a Malè prendiamo un taxi fino al traghetto per l’isola di Hulhumale ed altro taxi fino all’hotel Askani Villa (10$ andata e ritorno). E’ molto carino ma piuttosto caro (168 $), con una bella spiaggia di fronte dove fare l’ultimo bagnetto (anche in questa non è permesso l’uso del bikini). Ci accorgiamo che non ci hanno scaricato il passeggino dal ferry speed boat e con un giro di telefonate riusciamo a farcelo consegnare in albergo….Abbiamo mangiato da Ravin, buoni i noodles ma lasciate stare la pasta con la salsa, praticamente era ketchup.

24/11: Altra sveglia all’alba e nuova partenza. Il volo per Doha non è andato male…

Un salto a Doha (Qatar)

Il visto d’ingresso è un salasso, 22 euro a testa, anche per i bimbi.
L’hotel Kingsgate è super (82 euro), ci assegnano una suite che è un appartamentino con vista mozzafiato sui grattacieli.
Il trasferimento da e per l’aeroporto ci costa 13 euro a tratta.

Asia Inn con bambini-Doha grattacieli

Usciamo subito per andare al souq ma è ancora chiuso, mangiamo un panino al volo, passeggiamo sul lungomare e prendiamo un po’ di pioggia anche qua.

La mia bimba vedendo le donne con il burqa mi chiede: ma hanno la testa coperta per non prendere la pioggia…?

Decidiamo di visitare velocemente il museo islamico (gratuito) che chiude poco dopo le 17. Ritorniamo al souq che al tramonto è pieno di gente ma siamo distrutti, Alessio nella fascia comincia a pesarmi ed Ambra si addormenta in braccio al papà… ci sarebbe stato utile il passeggino ma purtroppo la Qatar lo fa imbarcare in stiva e non permette di scaricarlo se non a destinazione finale. Prendiamo dei kebab (piccantissimi) per strada e li mangiamo nella cucina della nostra suite.

Asia Inn con bambini-Doha
Il giorno dopo i bimbi ci svegliano alle 6 e alle 7.15 arriva a prenderci il taxi. Arriviamo giusti giusti perché c’è un po’ di traffico, per fortuna non abbiamo bagagli da imbarcare e andiamo direttamente al gate. Il viaggio è stato abbastanza stancante.

.

Per concludere, consiglierei un viaggio in guesthouse alle famiglie con bambini?

Sì, purchè abbiano capacità di adattamento: chi viene qui deve sapere che la guesthouse non è un resort, ma che spesso il servizio è decisamente più umano e, sicuramente, il prezzo moooolto più vantaggioso!

maldive in guesthouse con bambini asia inn

.

Fabiana
[testi de fotografie di Fabiana]

 

Per chiedere un preventivo non impegnativo alla guest house Asia Inn, scrivere alla mail info@maldivessunnyisles.com

AGGIORNAMENTO 2018: nell’isola dove si trova Asia Inn, esistono attualmente 12 guesthouse, quindi non siamo in grado di dirvi se i servizi forniti siano analoghi a quelli testati.
Una guesthouse dove ci siamo trovati benissimo e che straconsigliamo è VEYO RETREAT, nell’atollo di Thaa

Veyo Retreat a Veymandoo Maldive: la nostra guesthouse nell’atollo di Thaa

>>> ORGANIZZARE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE <<<
>>> tutti i nostri post <<<

.

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

.

Potrebbero interessarti anche:

  1. Potete trovare tutti i nostri articoli aggiornati sulla guest house Asia Inn qui > Asia Inn guesthouse Ari Sud

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *