Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house

Il classico paradiso tropicale: sabbia che sembra talco, acqua perfettamente limpida e turchese, palme allungate verso il mare, paesaggi da cartolina…Fino a poco tempo fa era impensabile ma oggi anche le Maldive fai da te (e low cost!) sono una realtà…

Le Maldive…recidive!

Maldive fai da te in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Nonostante ci piaccia cambiare sempre meta e non tornare mai nello stesso posto, con le Maldive abbiamo fatto un’eccezione e ci siamo tornati addirittura 5 volte: le prime due in resort, poi in guesthouse, l’ultima nel 2018, presso la Veyo Retreat nell’atollo di Thaa). Per amanti delle isole tropicali come noi, le Maldive rappresentano un vero paradiso, una gioia per gli occhi e per il cuore.

Le prime due esperienze sono state fantastiche: toccare con mano uno dei mari più belli al mondo per noi era stato incredibilmente emozionante!

Maldive fai da te in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

…ma, nonostante questa perfezione, qualcosa mi mancava…

E’ più forte di me…non mi sento mai del tutto a mio agio a trascorrere un’intera vacanza chiusa in un resort, senza avere contatti con il mondo reale e la gente che abita a due passi da te (o a poche miglia di mare, se parliamo delle Maldive)…

Ma le Maldive sono (o meglio, erano) fatte così: circa 1200 isole coralline raggruppate in 26 atolli. Di queste isole, solo 300 sono abitate: 200 dalla popolazione locale e un centinaio dai resort. Ciò significa che nelle isole occupate dai resort non abitano i Maldiviani: sono isole che puntano tutto sull’esaltazione della natura più ammaliante, sulla perfezione della bellezza, un tripudio di precisione, pulizia e benessere creati ad hoc per soddisfare i gusti di una clientela alla ricerca del puro relax.  Per carità, ben venga, ma per me è un’esperienza troppo asettica. Quindi già da qualche anno ero alla ricerca del modo per godermi le Maldive fai da te al di fuori di questo circuito.

 

Maldive fai da te: qualcosa si muove

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Fino a pochi anni fa era impensabile organizzare un viaggio alle Maldive fai da te, un po’ per l’assenza di strutture, un po’ per la difficoltà di ottenere il permesso di entrare nel paese e soprattutto per la scarsità di notizie reperibili online.

Poi alcuni resort hanno iniziato ad aprire le prenotazioni anche all’utente finale senza passare dai tour operator: non è facile trovarli, ma alcuni dei resort che spesso si trovano confezionati nei pacchetti all inclusive accettano anche prenotazioni autonome (almeno si risparmia un po’) o tramite i principali portali di prenotazioni online.

Infine da qualche anno a questa parte stanno nascendo numerose guest house nelle isole abitate dai Maldiviani, le cosiddette “Isole dei Pescatori“: si tratta di strutture, più o meno spartane, gestite dai locali per ospitare i turisti. E, soprattutto, le informazioni iniziano ad arrivare anche a noi grazie alla rete (quasi solo in lingua inglese, per ora!).

 

Perchè soggiornare in un’isola di pescatori?

I motivi che possono indurre ad organizzare un viaggio indipendente alle Maldive sono essenzialmente due.

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse - isole dei pescatori alle maldive

Il principale, per chi come noi ama viaggiare non solo per rilassarsi ma anche per andare alla scoperta di nuovi mondi e conoscere sempre qualcosa di nuovo su ciò che ci circonda, è che un viaggio in un’isola dei pescatori consente di vivere un’esperienza ricca ed intensa, fatta di conoscenza e contatto diretto con un mondo lontano anni luce dal nostro.

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Un altro motivo, più venale, è legato al costo: le Maldive perdono infatti la fama di meta élitaria riservata a pochi “vips” per diventare un luogo accessibile anche ai comuni mortali come noi (i nostri primi due viaggi in resort erano stati ovviamente dei last minute in super offerta).

Per capirci, in occasione del nostro viaggio a Natale 2013 (quindi altissima stagione), abbiamo speso:

  • circa 800 euro a testa per volo e assicurazioni varie
  • circa 700 euro a testa (Amanda, 6 anni, gratis) per 11 giorni 10 notti, comprensivi di tutto (pernottamenti, pasti, trasporti interni, guide locali, escursioni e tutti gli extra)

Attenzione, però: scegliere le guesthouse solo per risparmiare può essere una cattiva idea, se non si sono prese in condizione tutte le caratteristiche di questo tipo di viaggio. Leggete bene questo articolo primo di scegliere dove alloggiare: Maldive in guesthouse per molti ma non per tutti

Per risparmiare davvero è necessario prestare un po’ di attenzione altrimenti si rischia di spendere addirittura più del solito pacchetto all inclusive: ecco qualche consiglio pratico per organizzare un viaggio alle Maldive risparmiando…

 

Maldive fai da te: il volo

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

In genere la spesa maggiore nell’organizzazione di un viaggio intercontinentale (e quella sulla quale ci sono più margini di risparmio) è rappresentata dal volo. Per intercettare tariffe vantaggiose ed essere sempre aggiornati sulle offerte, è sicuramente utile iscriversi alle newsletter delle compagnie aeree ed iniziare a monitorare i voli con grande anticipo.

Per iniziare le ricerche del volo più economico per la meta desiderata nel periodo che interessa, per capire quali compagnie vi operano e con quali/quanti scali, può essere utile fare qualche ricerca su motori tipo Volagratis (al quale siamo particolarmente affezionati, in quanto oltre al volo si può acquistare un’ottima assicurazione annullamento/medico/bagaglio a buon prezzo.), oppure Skyscanner e simili…

Per esempio, in occasione delle nostre ricerche per il viaggio di Natale 2013, dopo aver escluso i voli charter (Neos ed Eurofly), abbiamo passato al vaglio le tariffe di Alitalia, KLM, AirFrance, Lufthansa, British, Emirates (ottimi prezzi ma 2 scali), Sri Lankan, Oman, Etihad, Qatar (ottimi prezzi, ma scali lunghi), Turkish ed altre minori… Alla fine abbiamo optato per il volo con Etihad (ottima compagnia, buoni prezzi, un solo scalo ad Abu Dhabi, che spezza il volo quasi a metà -il che può anche essere fastidioso se si vola di notte). Dal novembre 2015, poi, Emirates vola anche da Bologna, con scalo su Dubai, quindi può essere una valida alternativa alle partenze da Milano o Roma.

Per saperne di più sulle compagnie aeree, consultate la nostra sezione > compagnie aeree baby friendly

N.B.: Se si parte da Malpensa, è possibile acquistare il fast track a 10 Euro a testa per non fare fila al controllo bagagli; all’aeroporto c’è il wifi gratis ovunque e nei bagni ho notato un piccolo seggiolino per appoggiare i bambini mentre il genitore è alle prese coi suoi bisogni!

 

Maldive fai da te: i trasferimenti interni

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Quando si contatta la struttura in cui alloggiare, sarà la struttura stessa a fornire tutte le informazioni relative ai trasferimenti interni.

A seconda della distanza dell’isola prescelta da Malè sarà possibile trasferirsi con local ferry (traghetto locale, molto economico ma anche molto lento), speed boat (motoscafo veloce) o idrovolante (un volo in idrovolante è qualcosa di magico per poter ammirare il panorama dall’alto, una sequenza di splendidi schizzi bianco-azzurri sul mare blu). Le barche in genere non sono operative il venerdì.

L’aeroporto internazionale di Malè si trova sull’isola di Hulhulè. Se lo spostamento per l’isola di destinazione è in idrovolante, dall’aeroporto internazionale si viene accompagnati in pulmino al punto da cui decollano gli idrovolanti, sempre da Hulhulè.
Se invece ci si sposta con local ferry o speed boat (o se si deve pernottare a Malè), dall’aeroporto di HulHulè si prende un dhoni (piccolo traghetto), che in 10-15 minuti porta alla capitale. Il jetty da cui partono le barche per le isole si trova a 5 minuti di auto dal punto in cui si arriva con il dhoni.

In generale, se si atterra alle Maldive nel tardo pomeriggio, si dovrà pernottare una notte a Malè perché barche e idrovolanti per le isolette viaggiano solo di giorno. Noi ci siamo stati e credo ne valga assolutamente la pena…a breve tutti i dettagli su dove dormire e cosa fare!

 

Maldive fai da te: come prenotare la guest house

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Una volta deciso che si alloggerà in una guest house, possono partire le ricerche online. In base alla nostra esperienza, esistono due modi per contattare le strutture:

  • o direttamente, ma molte guest house non hanno un sito e non sono reperibili online
  • o rivolgendosi ad agenzie locali, che hanno diversi contatti sulle isole

La nostra prenotazione delle guest house è sempre avvenuta attraverso l’agenzia di Malè Maldives Sunny Isles, che ci ha assicurato un servizio ineccepibile (compreso nel prezzo): ci ha organizzato i trasferimenti interni, ci ha sempre garantito la presenza di una persona di riferimento o di una guida quando necessario, si è sempre dimostrata disponibile, 24 ore su 24. Una presenza cortese e rassicurante che raramente mi è capitato di trovare in giro il mondo, confermata anche in occasione dell’esperienza presso Veyo Retreat, di cui ho parlato qui:

Veyo Retreat a Veymandoo Maldive: la nostra guesthouse nell’atollo di Thaa

Come scegliere la Guest House giusta?

Maldive fai da te: come organizzare un viaggio in guest house - maldive fai da te - maldive low cost - maldive in guesthouse

Quando abbiamo viaggiato nei resort, la scelta più delicata è stata sempre quella relativa all’isola in cui soggiornare, valutata di volta in volta sulla base di alcuni parametri di cui ho parlato in questo articolo > come pianificare un viaggio alle Maldive.

Per quanto riguarda le guest house, al momento la scelta non è così varia come per i resort, quindi gli elementi da valutare riguardano aspetti di carattere diverso, ed è fondamentale che ciascuno valuti tutto in base alle proprie esigenze…

Il primo aspetto da valutare nella scelta della guest house è ovviamente il prezzo. Alcune strutture hanno dei prezzi quasi paragonabili a quelli dei resort mentre altre sono in linea con il costo della vita nel paese:

  • quasi sempre converrà acquistare la pensione completa perché sulle isole difficilmente si trovano ristoranti: verificare se le bevande ai pasti sono incluse (N.B.: sulle isole dei pescatori è vietato bere e importare alcolici!);
  • ogni guest house organizza escursioni quotidiane alle isole deserte, uscite di snorkeling, pesca, ecc…: bisogna valutare bene se tali escursioni siano incluse nel prezzo o se siano da pagare in loco perché potrebbero fare la differenza nel costo complessivo della vacanza;
  • come regola generale, noi preferiamo scegliere alloggi gestiti dalla popolazione locale, non solo perché costano meno ma anche per contribuire ad alimentare l’economia del paese visitato e rendere il viaggio più sostenibile da tutti i punti di vista (molte guesthouse, per poter avviare la propria attività, stipulano accordi con i governi locali per lo sviluppo di progetti tipo la costruzione di nuove scuole o altre infrastrutture, quindi è bello poter dare il proprio contributo in questo senso).

Laddove sia possibile scegliere, meglio optare per un’isola dotata di ambulatorio medico o ospedale (altrimenti, in caso di necessità, è necessario spostarsi in barca su altre isole).

La popolazione delle Maldive è 100% musulmana e quindi per passeggiare è richiesto un abbigliamento decoroso (almeno spalle e ginocchia coperte); inoltre nelle spiagge pubbliche non si può fare il bagno in bikini, quindi è importante scegliere una guest house che abbia almeno una spiaggetta privata sull’isola, dove poter fare il bagno in costume (a meno che non ci si accontenti di stare vestiti sull’isola e mettersi il costume solo durante le escursioni).

In base alle proprie esigenze, un aspetto importante da valutare è la distanza dell’isola da Malè e il tipo di trasporto necessario per raggiungerla (spostarsi in idrovolante può essere più costoso, ma potrebbe essere preferibile a 4 ore di motoscafo!).

Un altro aspetto che potrebbe essere opportuno valutare -soprattutto per i dormiglioni come noi- è la distanza della guest house dal minareto: la prima preghiera avviene verso le 5 e garantisco (provato in Indonesia) che può essere spiacevole svegliarsi ogni mattina a quell’ora!

Una volta individuata la struttura che interessa, provare a cercare recensioni online per sapere cosa ne pensano altri viaggiatori oppure verificare i contatti sul sito ufficiale delle Maldive. Una precisazione è però obbligatoria: alcune strutture non si trovano in nessuno di questi siti poiché sono di nuova realizzazione.

Noi, per esempio, nel 2013 abbiamo alloggiato al Sunny Inn, (che su alcuni siti viene indicato con il vecchio nome di Roashanee Guesthouse) sull’isola di Mulah, Atollo di Meemu: una struttura di cui si trova poco in rete e soprattutto nessuna recensione: abbiamo provato, ed è andata meravigliosamente (ne ho parlato qui: Maldive in guest house con bambini: il Sunny Inn a Mulah, Atollo di Meemu) e infine nel 2018 nella consigliatissima VEYO RETREAT, nell’atollo di Thaa.

 

 

>>> ORGANIZZARE UN VIAGGIO ALLE MALDIVE <<<
>>> tutti i nostri post <<<

 

Milena
[testi e fotografie di Milena Marchioni]

 

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

 

 

Potrebbero interessarti anche:

  1. Isole dei pescatori alle Maldive: la comunità e le spiagge dell’atollo di Meemu
  2. Asia Inn con bambini: Maldive in guesthouse (e un salto a Doha)
  3. Maldive con bambini: come pianificare il viaggio
  4. Compagnie aeree che non amano i bambini
  5. Documenti necessari per i minori in viaggio
  6. Come siamo sopravvissuti a 18 ore di viaggio (e 6 di fuso orario)
  7. Farmaci da viaggio per bambini: cosa mettere in valigia?!?

bimbi alle maldiveLEGGI TUTTI I NOSTRI POST SUI VIAGGI ALLE MALDIVE CON BAMBINI

 

 

 

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

  • Reply Lali

    MERAVIGLIA!!! DI CORSA…. ANCHE PER UNA MONTANARA COME ME!! BELLISSIMO MILLY!!

    • Reply *Milly*

      Grazie Ale! A breve racconterò anche la vita sull’isola…così ti convinco del tutto e la prossima volta andiamo assieme!!!

      • Reply Valeria

        Per quanto riguarda la vita serale??
        Cmq complimenti per il racconto ,utilissimo.

        • Reply * Milly Marchioni *

          Ciao Valeria, ti riporto qui la risposta che ti avevo dato sotto l’altro articolo:
          Ciao Valeria, piacere di conoscerti!
          Rispondo alle tue domande:
          – alle Maldive la sera non c’è niente da fare: dopo cena si chiacchiera, al limite si fa una passeggiata per le stradine dell’isola, ma non ci sono negozietti come li intendiamo noi (magari qualche mini market)
          – per quanto riguarda il bikini, sull’isola su cui si trova l’Asia Inn c’è la spiaggia privata per i turisti dove si può stare in costume, quindi nessun problema
          – le escursioni che prenoti da casa sono le stesse che prenoti sul posto (se li contatti sul sito, dialoghi direttamente con loro. Acquistare il pacchetto è comunque molto più conveniente che acquistare le singole escursioni
          Per qualsiasi altra domanda, fammi sapere!

  • Reply Valentina - The Family Company

    Ma sai che mi hai convinta????!!!
    Io sono quella che non ama le isole tropicali, ma questa esperienza la farei di corsa! Grazie cara

    • Reply *Milly*

      A questo punto non ci resta che organizzare un blog tour!!! 😉

    • Reply *Milly*

      Vai francesca!!! Aspetta che ti racconto la vita sull’isola… so che tu apprezzerai!
      Inizia a cercare il volo 😉

  • Reply Claudia

    Ottimo resoconto ed informazioni!

    • Reply *Milly*

      Grazie Claudia, detto da una viaggiatrice come te è un onore!
      Sono cosi contenta di aver scoperto le vere Maldive che le condivido con grande piacere!! 😀

  • Reply Catia

    Ho già fatto la valigia…
    Bellissimo resoconto!!!!
    Non cancellarlo eh???
    Tornerò presto a consultarlo… Spero!!!!!
    Grazie!!!!

    • Reply *Milly*

      Tranqui!!! Non solo non lo cancello…ma ne aggiungo degli altri!!!
      Sono in contatto con l’agenzia Sunny Isles e personalmente ho il voglino di testare tutte le loro strutture…ma solo per raccontarle a voi!!! 😉

  • Reply Cristina

    Due anni fa ach’io per il viaggio alle Maldive ho optato la sistemazione in una Guest House in un isola di pescatori!!!! (mi preoccupo facciamo gli stessi viaggi :P)…ed è stato molto bello. Maldive low cost si può!…poi vedere il mio bimbo giocare nella piazza dell’isola con i bambini maldiviani pur non capendo una parola è stato meraviglioso!

    • Reply *Milly*

      Cristina, davvero??? Io e te prima o poi dobbiamo partire assieme!!!
      Sto giusto lavorando sul nuovo post in cui parlerò della vita sull’isola…davvero una bella esperienza!!

  • Pingback: Viaggiare durante la scuola: tra passione, educazione e obblighi

  • Pingback: Seychelles con bambini: informazioni utili per il viaggio

  • Pingback: Maldive con infant a Rannalhi Island (Malè Sud) | Bimbi e Viaggi

  • Reply serena

    Non appena ho letto il tuo racconto ho preso subito contatti con l’agenzia con la Sunny isles, speriamo mi rispondano presto :)!!!

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Serena, mi fa molto piacere! Appena ho ricevuto la notifica del tuo commento ho scritto subito ad Ali, spero che ti abbiano già risposto. Per qualsiasi cosa sentiamoci anche via email: info@bimbieviaggi.it
      Loro sono davvero in gamba!

  • Pingback: Asia Inn Maldive Private Villa Retreat: guest house da sogno low cost

  • Reply letizia

    Ciao!
    Lavoro per Volagratis e nell’organizzazione di tour sei un’ispirazione. Bravissima

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Letizia, grazie mille per questo bellissimo complimento! Io invece sono cliente volagratis 😉

  • Reply giorgio

    come posso contattate queste strutture? tramite sunny isles come da te consigliato?
    vorrei andare dal 1 febbraio e siamo viaggiatori come voi e rigorosamente fai da te.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Giorgio! Prova a contattare Sunny Isles e degli che sei un mio lettore…mi ha promesso di trattare bene i miei amici! 😉

  • Pingback: Il 2014 di Bimbi e Viaggi...all'insegna della "dipendenza"

  • Pingback: Etihad Airways con bambini: la nostra esperienza | Bimbi e Viaggi

  • Pingback: Maldive in guest house con bambini: Sunny Inn, Mulah, Atollo di Meemu

  • Pingback: Asia Inn con bambini: Maldive in guesthouse (e un salto a Doha)

  • Pingback: Sri Lanka con bambini: il nostro tour - bimbi e viaggi

  • Pingback: Sri Lanka con bambini: informazioni pratiche per viaggio indipendente

  • Reply Alberto Centofanti

    Ciao mi chiamo alberto, ho appena letto il tuo racconto e sono rimasto a bocca aperta. Premetto che ho gia fatto un viaggio alle maldive in un resort.. Volevo provare una guest house, un po’ per vivere il mondo maldiviano ,un po’ per il costo alto dei resort. E’ tanto che provo ad organizzare un viaggio alle maldive io e mia moglie come hai scritto te nella recensione.. Ma sinceramente ho paura di sbagliare e di prendere fregature.. Sinceramente non l’ho mai organizzato un viaggio cosi. Soprattutto impegnativo nell organizzare un po’ il tutto.. Aereo, guest house, e orari.. Grazie. Ciao.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Alberto, capisco benissimo i tuoi timori, soprattutto se non sei abituato a viaggiare in autonomia. Se vuoi una mano, sono qui…In questo periodo ci sono ottime offerte per voli verso l’Asia, Maldive comprese. Inoltre, ti posso dare il contatto dell’agenzia locale di Malè che ho usato io, così poi si occupano loro di tutto il resto…Fammi sapere anche via email all’indirizzo info@bimbieviaggi.it

  • Pingback: Maldive in resort fai da te? Just do it! | Bimbi e Viaggi

  • Reply Massimo

    Complimenti per l’ottimo articolo!
    Quando ripassi alle Maldive sei la benvenuta nella nostra guest house in Huraa 🙂

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Massimo, piacere di conoscerti! Dimmi qual è la tua guest house, così inizio a sognare!

      • Reply Massimo

        La guest house si chiama Beach Heaven e si trova nell’isola di Huraa, North Male Atoll, ad una ventina di km dall’aeroporto della capitale Male, raggiungibile in un’ora e mezza di traghetto locale o in mezz’ora di speed boat.
        Questo è il link alla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/maldiveslowcost
        Il nostro sito web è http://www.teen.it
        Ti aspettiamo! A presto!!! 🙂

        • Reply * Milly Marchioni *

          Piacerissimo di conoscerti! Ora vi seguo su facebook e non mancherò di venirvi a trovare! Se saltano fuori delle super offerte voli, tienimi aggiornata! 😉

  • Reply Sonia

    Buongiorno complimenti per l articolo può essere così gentile a darmi qualche informazione sul clima alle Maldive ad agosto?

    • Reply * Milly Marchioni *

      Salve Sonia, grazie! Guarda, il fattore meteo purtroppo è scarsamente prevedibile. Mia cognata per esempio è stata alle Maldive un paio di anni fa in agosto (quando in teoria dovrebbe essere brutto tempo) ma ha preso un solo giorno di pioggia. Allo stesso tempo so di gente che è andata a dicembre (alta stagione) ma ha preso tantissima pioggia, quasi quotidiana. Non è davvero possibile fare previsioni, soprattutto negli ultimi anni. Se hai trovato delle buone offerte, quindi, vai e spera in bene!

  • Pingback: Maldive in Agosto con bambini: un campo solare speciale

  • Pingback: Asia Inn Guesthouse Maldive: tutti gli aggiornamenti!

  • Reply Beach Heaven Maldives

    Compliments for nice review on local islands tourism! 🙂
    Best regards,
    Musthafa
    Beach Heaven Maldives Guest House
    K. Huraa, North Male Atoll, Maldives

  • Reply giovanna2055@gmail.com

    mi chiamo giovanna ho lavorato una vita ho 60 e morto mio marito ho 3 figli e adesso voglio pensare un po a me me ne voglio andare da questa italia che vuole sempre tasse dai pensionati vorrei farmi una vita lontano da tutti dimenticare fefintamente il passatoììì

  • Reply Alessio

    ciao milly posso chiederti ad una persona che vuole andare per la prima volta quale atollo consigli? saluti e auguri di Buon ANNO.

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Alessio, parti dal presupposto che tutte le isole delle Maldive sono meravigliose, quindi da questo punto di vista vai sul sicuro.
      Gli elementi da valutare per scegliere quella che fa al caso nostro sono altri e ne ho parlato qui, nel paragrafo “come scegliere l’isola”: http://www.bimbieviaggi.it/2014/01/27/maldive-con-bambini-come-pianificare/
      Altro elemento fondamentale da valutare è la scelta tra resort e isola dei pescatori: anche di questo ho parlato nell’articolo che ti ho linkato.
      Se ti servono altre informazioni, sono qui 🙂

  • Pingback: Maldive di lusso con bambini: Bimbieviaggi al Soneva Fushi

  • Pingback: Cosa fare a Bellaria Igea Marina in compagnia di Lillo

  • Pingback: Recensione Asia Inn Maldive, estate 2015 in guest house

  • Pingback: Maldive in gravidanza: "una balena spiaggiata" | Bimbi e Viaggi

  • Pingback: Alloggiare in guesthouse alle Maldive: pro e contro

  • Reply Agnese Ciccotti

    Posso chiederti una info? Ma se non viaggi con tour operator hai bisogno di qualche visto diverso oltre quello turistico di 30 giorni?

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Agnese, in genere utilizzo i siti ufficiali (mi viene in mente l’Esta per gli USA o per lo Sri Lanka) però non ho mai avuto esigenze diverse da quelle turistiche. Per documentarmi verifico sempre il sito ViaggiareSicuri e contatto eventualmente le autorità competenti (consolati, ambasciate…)

  • Reply Monica

    Ciao Milly,
    leggendo il tuo racconto ho deciso di prenotare il viaggio alle Maldive con l’agenzia da te consigliata.
    Volevo avere informazioni sull’abbigliamento delle donne, ho letto che essendo un paese musulmano noi donno dobbiamo girare per l’isola con pantaloni o gonne che coprono le ginocchia e magliette che coprono le spalle.
    E’ vera questa cosa??? Non posso indossare pantaloncini e canottiere???

    • Reply * Milly Marchioni *

      Ciao Monica, mi fa molto piacere che i miei consigli ti siano stati utili.
      Ti confermo che, per educazione e rispetto, è opportuno indossare capi che coprano le ginocchia (gonne o leggins) e le spalle (tshirt normalissime). Io ho visto anche alcune turiste che indossavano pantalocini e canottiera: nessuno ha mai detto loro niente, ma io la vedo come una grande mancanza di rispetto…quindi preferisco evitare 🙂

  • Reply Mahee Ferlini

    Fantastico Post! Grazie per questi consigli!

      • Reply anto

        ciao milly hai qualche consiglio per i immersioni gestite sul posto?

        • Reply * Milly Marchioni *

          Ciao Anto! In generale dipende dalla guest house in cui vai: alcune di loro si appoggiano a dive center dei resort, altre magari sono attrezzate per autogestirle. Io non faccio immersioni quindi non ho dettagli, ma se ti interessa posso sentire gli amici di Asia Inn.

  • Reply Elena

    Ciao Milly,
    Ho appena comprato il biglietto aereo e sono in crisi per la scelta dell’isola/alloggio. L Asia inn e’ pieno, quindi sto valutando l’ Ocean Beach Inn che e’ sulla stessa isola. Hai qualche consiglio? Come sono le spiagge li? sono pulite? si può’ comprare pesce e frutta sull’isola? come e’ li la barriera corallina? Grazie Elena

    • Reply * Milly Marchioni *

      L’isola è molto bella, stai tranquilla. Come in ogni isola dei pescatori, la pulizia non sarà mai ai livelli dei resort perchè nella maggior parte delle isole non c’è un sistema di smaltimento rifiuti, ma la spiaggia pubblica è pulita e ogni giorno Asia Inn organizza escursioni sulle altre isole. Non conosco le altre guest house perchè sono più recenti..hai provato a chiedere consiglio direttamente ad Asia Inn?

  • Reply giorgio

    Bellissimo articolo, complimenti !

  • Reply giorgio giussani

    Bellissimo articolo, complimenti !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *