Valmalenco con bambini: la passeggiata all’Alpe Prabello

Una bella passeggiata in montagna, a piedi in estate o con le ciaspole in inverno: l’Alpe Prabello, in Valmalenco (Valtellina, Lombardia). Ce la racconta mamma Tiziana che c’è stata con le sue bimbe di 5 e 8 anni…

Ogni volta che riusciamo, in estate cerchiamo di fare qualche giorno in montagna, in particolare siamo amanti della Valmalenco, di cui aveva già parlato Milly in questo articolo > Vacanza in Valtellina: la Valmalenco tra natura e comfort

In Valmalenco dove ci sono tante passeggiate che si possono fare in giornata con i bambini.
Una tra le più amate di Anna e Benedetta è quella all’Alpe Prabello dove si trova il rifugio Cristina, a quota 2287 mt.

Per raggiungere il punto di partenza del sentiero bisogna arrivare a Sondrio, prendere la strada per la Valmalenco e arrivare al comune di Lanzada dove si prosegue per le dighe di Campomoro superando la località “Franscia“, a questo punto abbiamo 2 possibilità:

  1. arrivare fino al parcheggio di Campomoro, proprio sotto il rifugio Zoia, e da li prendere il sentiero che porta all’Alpe Prabello
  2. percorrendo la strada che sale a Campomoro dalla località “Franscia”, dopo circa 5 km e dopo la seconda galleria, si trova uno spiazzo sulla sinistra dove si può parcheggiare l’auto.

In alternativa, sul lato destro parte invece una strada dove è indicato tra le varie destinzioni anche “Alpe Prabello e Rifugio Cristina”. Il primo tratto è asfaltato e percorribile in auto, quindi, se non si è in un periodo di particolare affluenza, si può proseguire con l’auto fino a che la strada diventa sterrrata e parcheggiare sul lato della strada. A questo punto si prosegue a piedi seguendo le indicazioni.

Valmalenco con bambini-ruscello
L’opzione che preferiamo quando andiamo con le bambine è la seconda. Il sentiero è molto bello da percorrere tra alberi di larici, ampie vallate, pascoli e ruscelli.

Il tempo dichiarato per percorrerlo è di circa 40 min ma noi, tra una farfalla e un fiore da osservare, ci mettiamo sempre almeno un’ora e un quarto!

L’alpeggio appare improvvisamente dietro un dosso roccioso ed è subito riconoscibile il Rifugio Cristina.
La caratteristica di quest’Alpe è il fatto che in estate viene ancora utilizzata per il pascolo degli animali, principalmente mucche e capre, ma non mancano neppure maiali e galline.

Valmalenco con bambini-capre

Inutile dire che Anna e Benedetta, come delle moderne Heidi, si sono divertite tantissimo a coccolare le caprette e a dar loro da mangiare. A questo si aggiunge uno splendido prato attraversato da un freddo ruscello di montagna … insomma ci sono tutti gli elementi per trascorrere una bellissima giornata all’aria aperta.

Valmalenco con bambini: consigli pratici

  • Ricordatevi che ci troviamo a più di 2000 metri, quindi è d’obbligo portare una felpa e soprattutto una crema solare. Altri consigli li trovate qui > Trekking con bambini in alta quota: qualche consiglio pratico
  • all’alpe si trovano diverse fontane di acqua purissima quindi non caricatevi con troppe bottiglie di acqua
  • se non volete portarvi il pranzo al sacco al Rifugio Cristina vengono serviti ottimi piatti della cucina locale… provati personalmente!!!

Valmalenco con bambini-animali
E se avete dei bambini un po’ più grandi e sportivi, la stessa passeggiata può essere fatta in inverno con le ciaspole!
Regalerete loro dei bellissimi paesaggi incantati.

 

Tiziana
(Testi e fotografie di Tiziana Balatti)

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Vacanza in Valtellina: la Valmalenco tra natura e comfort
  2. Valtellina con bambini: dove Natura e Turismo si tengono per mano
  3. Fare trekking con bambini? 7 cose da sapere per partire tranquilli
  4. Trekking con bambini in alta quota: qualche consiglio pratico

 

L'autrice: Tiziana

Tiziana

Mamma di Anna, classe 2007, e Benedetta, classe 2010. Io e papà Fabio siamo viaggiatori da sempre e, con l’arrivo delle bimbe, non abbiamo fatto altro che continuare questa nostra grande passione cercando di trasmetterla a loro. Per noi ogni motivo è buono per partire alla scoperta di qualcosa di nuovo, che sia un paese lontano, una città o semplicemente una gita fuori porta. Scoprire il mondo con le nostre piccole donne è ancora più bello ed è fantastico vedere come si trovano a loro agio in qualsiasi situazione! In un mondo che cambia alla velocità della luce crediamo che questo sia un grandissimo regalo che le aiuterà ad affrontare al meglio il futuro, sempre nel rispetto del diverso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *