Diario di viaggio a New York con bambini: la Grande Mela…a gattoni!

Il viaggio di Silvia col piccolo Mattia nella East Coast americana parte da New York, dove trascorrono un’intera settimana, per “acclimatarsi” al loro primo viaggione in tre…

Ho raccontato l’introduzione al mio viaggio negli Stati Uniti in questo articolo: Stati Uniti East Coast con bambini: consigli pratici per organizzare il viaggio e trovate tutti i miei articoli a questo link:

> Stati Uniti East Coast: il viaggio di Silvia <

Viaggio a New York con bambini:
la nostra settimana nella Grande Mela

Giorno 1

Eccoci freschi freschi, alle 7 del mattino, uscire per la nostra prima passeggiata americana!! Ci dirigiamo subito verso la fermata della metro, dove intuiamo quella che si sarebbe trasformata in un’agghiacciante certezza: la metro di New York non ha praticamente ascensori. Per noi non è stato un grosso problema perché il bimbo pesava ancora poco e abbiamo un passeggino che sfiora appena i 5 kg, però occhio perché se il peso che dovete trasportare è maggiore potrebbe rivelarsi una bella faticaccia!
La nostra prima metà è l’High Line… bella!

Viaggio a New York con bambini - High line

Arrivare così presto ci permette di condividerla con i newyorkesi, che fanno jogging o camminano in tenuta da ufficio con il caffè in mano. La percorriamo tutta, intanto il cucciolo si fa un bel pisolo. Il tempo è spettacolare e fa già caldo al mattino.

Dopo questa bella passeggiata facciamo rotta su Time Square, mentre Mattia è sveglio e dall’alto delle nostre spalle si guarda attorno con espressione stupita. Ci circondano quasi subito i Muppets e altri personaggi affini che dietro lauto compenso fanno una foto con noi, mentre lui li guarda esterrefatto! Facciamo una capatina da Toys’r’us… per fortuna non siamo ancora nell’età del “voglio…”!

Viaggio a New York con bambini - Time square
Da Time Square ci dirigiamo verso il Rockfeller Center per salire al Top of The Rocks. Abbiamo scelto questo grattacielo perché ci mancava e perché ci sono meno code: si entra, si prenota (per noi attesa di poco più di 30 minuti) e si sale. Dentro è la solita ghiacciaia. Mentre saliamo con notevole accelerazione Mattia fa dei gridolini, poi cerca di gattonare sul pavimento dell’osservatorio procurandoci un cazziatone della guardia. A lui della magnifica vista su Central Park ovviamente non gli fregava nulla, gli piacevano le pietrine di cui era composto il rivestimento del tetto.

Viaggio a New York con bambini - Top of the rocks

Scendiamo e dopo pranzo ci infiliamo al MOMA pensando “tanto si addormenta”.
Invece no, affrontiamo forse l’unica vera crisi isterica del viaggio in mezzo ai giapponesi e alle installazioni, poi dopo un po’ di coccole finalmente nanna e noi ci vediamo il museo. Molto bello ma se avete bimbi un po’ più grandi credo siano più scenografici il Guggenheim e il Metropolitan (da noi già visitati).
Si torna a casa, cena presto in ristorante messicano ricavato da una motorhome zincata fighissima e poi nanna presto!

Giorno 2

Sveglia un po’ più umana e partenza per la zona di Columbus Circle da dove ci infiliamo in Central Park. Merenda nel bellissimo Pain Quotidien in mezzo ai prati, foto di rito a Strawberry Fields e gattonamenti nel verde.

Viaggio a New York con bambini - Central park

Il parco è enorme: noi avendolo già visitato ce la siamo presa con comodo ma se avete bimbi che camminano c’è da passarci una giornata! Ci sono i laghi, lo zoo, i playground…

A seguire andiamo a pranzo nella zona del Pier 17, bellissima, e poi percorriamo tutto il ponte di Brooklyn a piedi per conciliare il riposino pomeridiano. Tornati sul “nostro” lato dell’Hudson, ci facciamo una bella passeggiata verso Williamsbourg attraversando zone di Brooklyn di grande impatto visivo, post-industriali e con lo sfondo di Manhattan a coronare il tutto. Cena in un bellissimo ristorante giapponese e poi nanna!

Viaggio a New York con bambini -Ponte di Brooklin

Giorno 3

Decidiamo di andare a vedere Coney Island, saltiamo sulla metro e ci spariamo 27 fermate; il viaggio è quasi tutto fuori terra con una bellissima vista, il treno ondeggia piacevolmente e il pupo dorme. Arriviamo e fa molto caldo, per uniformarci ai locali ci facciamo una seconda colazione a base di eggs and bacon sul lungomare e poi ci appropinquiamo alla spiaggia. Il posto è decadente, surreale e affascinante.

Visitiamo il Luna Park (il primo, quello da cui origina il nome!), ci facciamo predire il futuro dalla Macchina Zoltar (avete visto Big?) e poi a turno io e mio marito andiamo sulle montagne russe Thunderbolt. Mattia guarda le giostre colorate con incanto.

Viaggio a New York con bambini -Coney island

Dopo pranzo riprendiamo la metro e scendiamo nel quartiere emergente di Red Hook. Passeggiamo piacevolmente per questa zona assolutamente non turistica di Brooklyn e facciamo rotta verso l’Ikea… sì, non siamo in astinenza da polpette, proprio l’Ikea! Perché da davanti al super-negozio parte il loro Ferry gratuito per Manhattan! Tra l’altro mentre aspettate potete rifocillarvi con una bevanda o con qualche manicaretto al Fairway, grande magazzino del cibo di qualità americano. Noi siamo andati a farci un giro ed è interessante, poi ci siamo bevuti un’ottima limonata nella veranda!

Il giro in Ferry è bellissimo, la vista mozzafiato, Mattia non sapeva più dove guardare, il traghetto giallo gli è proprio piaciuto!

Tornati al Pier 17 abbiamo ripreso la metro e siamo tornati a casa.
Alla sera abbiamo cercato di cenare in una delle migliori Steak House degli Stati Uniti (Peter Luger).. ci hanno detto che il primo tavolo libero era 10 giorni dopo alle 16…sic! Però non tutti i mali vengono per nuocere, girovagando abbiamo trovato una favolosa cevicheria, Mattia aveva già cenato e dormiva per cui ci siamo fiondati dentro. Cena a base di quello che secondo me è uno dei piatti più buoni al mondo – il ceviche – in un locale stupendo e particolarissimo, con generose dosi di Pisco Sour… siamo tornati a casa con la testa leggera (Desnuda, 221 South 1st Street, Williamsburg).

Viaggio a New York con bambini -Columbus Circle

 

Giorno 4

Oggi visitiamo alcuni famosi quartieri: il Greenwich Village, Soho, Nolita. La giornata trascorre passeggiando, facendo un pochino di shopping e facendo sosta per la merenda di Mattia in un divertentissimo bar australiano a Soho e per pranzo in un locale anni 50 al Village dove mangiamo hot dog e milk shake in un ambiente che sembra uscito da un film, con tanto di fontana di soda e camerieri in stile. Poi gelato da Eataly nella zona del Flatiron…non potevamo perderci il negozio newyorkese da buoni piemontesi!

Concludiamo con una passeggiata a Park Avenue e torniamo a “casa”. Ceniamo in un ristorante americano a base di bistecca e patatine buonissime. Mattia scopre qui l’esistenza delle french fries…momento di svolta, non si torna più indietro!!

 

Giorno 5

Ci dirigiamo verso la punta di Manhattan per visitare la Freedom Tower (sulla quale all’epoca non si poteva salire) e il memoriale di Ground Zero. Veramente impressionante sia la torre sia le fontane, il rumore dell’acqua che precipita dall’alto è davvero suggestivo.

Viaggio a New York con bambini -Freedom Tower

Poi ci spostiamo verso la 5th Avenue e andiamo dal compianto Fao Swartz, dove Mattia gattona sul Big Piano (sempre Big…). Usciamo con un orsetto vestito da rapper. Purtroppo piove, abbiamo ancora giusto il tempo di fare un giretto da questo lato di Central Park, di andare al famosissimo negozio Apple e di fare un salto a Grand Central.

Poi si torna a casa a preparare le valigie! Domattina presto si parte dall’aeroporto di La Guardia per Miami…ma di questo vi parlerò nel prossimo post!

Per altri racconti su New York, qui trovate tutti gli articoli di Bimbieviaggi > Racconti su New York con bambini < mentre qui trovate il dettagliato articolo di Flavia > New York per bambini: la guida completa <

Trovate tutti i miei articoli sugli Stati Uniti a questo link:

> Stati Uniti East Coast: il viaggio di Silvia <

Silvia
{
testi e fotografie di Silvia }
{ foto di copertina, via Shutterstock }

.

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

.

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

(Privacy Policy)

Dai un’occhiata anche qui:

  1. Vacanza a New York con una bimba in passeggino
  2. USA con bambini: guida alla scelta del volo
  3. USA con bambini: guida alla scelta dell’alloggio perfetto
  4. Ammalarsi in viaggio: come comportarsi negli Stati Uniti
  5. Stati Uniti con bambini: consigli pratici per un viaggio low cost
  6. Cosa mangiano i bambini in viaggio? Dipende da noi

L'autrice: *Redazione*

Della Redazione di Bimbi e Viaggi fanno parte tutti i genitori che hanno raccontato i loro viaggi in giro per il mondo assieme ai loro piccoli esploratori: http://www.bimbieviaggi.it/chi-scrive-per-bimbieviaggi/

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *