Assicurazione di viaggio annuale: la nostra scelta è Columbus

Ormai l’ho già scritto diverse volte: l’assicurazione di viaggio rappresenta per noi una spesa fissa prima di ogni partenza, perchè l’imprevisto è sempre dietro l’angolo. SCONTO PER I LETTORI DI BIMBIEVIAGGI.

Non si tratta di essere pessimisti, poichè purtroppo è la verità, e chi viaggia tanto come noi ha potuto certamente testarlo sulla propria pelle: dal bagaglio smarrito alla valigia danneggiata, da una piccola malattia in viaggio alla necessità di cancellare un volo prenotato, tutto è possibile. E, quando la famiglia si allarga, il rischio che capiti qualcosa è, statisticamente parlando, più elevato.

Abbiamo già avuto modo di parlare approfonditamente delle diverse assicurazioni di viaggio che abbiamo testato nel corso degli anni, quindi vi invito a leggere questo articolo prima di proseguire:

ASSICURAZIONI DI VIAGGIO PER BAMBINI: COME ORIENTARSI

Oggi invece vi spiego i 5 motivi per cui da 2 anni abbiamo scelto di assicurarci con Columbus.

assicurazione di viaggio annuale columbus

1) possibilità di stipulare una polizza annuale multiviaggio completa

Con Columbus è possibile stipulare una polizza annuale multiviaggio: in questo modo, si paga l’assicurazione una sola volta (singolarmente o per tutto il nucleo familiare) e si è coperti per l’intera durata dell’anno, senza bisogno di rinnovi.

La polizza tutela gli assicurati per un numero di viaggi illimatato in tutto il mondo (o solo in Europa, se si preferisce), coprendo le spese per annullamento del viaggio, spese mediche illimitate in loco, infortunio in viaggio, danni o smarrimento del bagaglio, rientro anticipato e spese legali, responsabilità civile: insomma, una polizza completa per partire in tutta tranquillità.

NOVITA’ 2016: le polizze stipulate dopo il 5 maggio 2016 sono valide anche per l’Italia per qualsiasi spostamento che implichi un pernottamento a più di 150 km di residenza!

E’ possibile inoltre integrare la polizza con le opzioni franchigia zero, copertura per furto o danneggiamento di smartphone e tablet, copertura per sport invernali.

 

2) miglior rapporto qualità prezzo della polizza annuale multiviaggio

Ovviamente Columbus non è l’unica compagnia che propone polizze annuali ma è certamente quella col miglior rapporto qualità-prezzo.

Con meno di 300 Euro all’anno, noi abbiamo coperto tutta la famiglia (con tutte le garanzie citate sopra) senza franchigia (il supplemento per eliminare la franchigia è minimo e lo consiglio vivamente), compresi sport invernali e copertura smartphone e tablet.
N.B.: se non si elimina la franchigia, significa che, in caso di rimborso, una piccola percentuale di spese resta in capo agli assicurati.

Considerando che con le polizze tradizionali, per ogni singolo viaggio, spendevamo indicativamente 70-80 Euro a testa per la polizza medico-bagaglio (viaggi nel mondo) più un 5% del costo del viaggio per coprire l’annullamento, il risparmio è decisamente elevato.

Considerate inoltre che, prenotando attraverso il form qui sotto (o usando il codice BIMBI sul sito di Columbus), potrete usufruire di uno sconto rispetto al costo indicato sul sito della compagnia:

 

 

3) trasparenza nelle caratteristiche della polizza

La polizza stipulata con Columbus mette in chiaro le condizioni da subito, senza sorprese al momento del bisogno. Il mio consiglio è comunque quello di leggere sempre tutto prima di accettare, per essere certi che siano coperte le spese che ci interessano.

Di seguito riporto alcune note importanti, spesso sottovalutate:

  • restano sempre escluse dalla copertura le destinazioni per le quali la Farnesina sconsiglia i viaggi: Columbus cita esplicitamente come fonte il sito ViaggiareSicuri. In questo modo possiamo sapere se una meta è coperta oppure no, sulla base delle indicazioni riportate nel sito;
  • i viaggi non devono durare più di 31 giorni; se la durata è superiore, bisogna richiedere un’integrazione;

  • l’assicurazione non copre i problemi dovuti a situazioni sanitarie pregresse (se per esempio durante il viaggio occorre un infortunio ad un ginocchio, dovuto a problemi preesistenti, non si ha diritto alla copertura delle spese). L’esclusione è valida anche per i parenti che restano a casa (non spettano rimborsi per rientri anticipati causati da malattia dei parenti a casa, se il problema esisteva già).
    Se dovete quindi partire in presenza di problemi sanitari, vi consiglio di cercare presso altre compagnie (non sarà facile e la polizza costerà di più, ma almeno sarete tranquilli).

  • il massimale previsto per il rimborso è di 2000 euro a testa.

polizza di viaggio annuale columbus

4) possibilità di stipulare la polizza last minute

Mentre la maggior parte delle compagnie assicurative richiede la stipula della polizza annullamento entro 24 ore dall’acquisto del viaggio, Columbus consente di acquistarla fino al giorno prima della partenza (una bella comodità per chi decide all’ultimo momento).

5) ottimi servizi garantiti (testati da noi!)

Questa è una voce che avrei preferito evitare 😉 ma purtroppo ho avuto occasione di testare il servizio dell’assistenza Columbus e posso dire di esserne davvero soddisfatta. L’assistenza sanitaria telefonica in loco si è rivelata molto efficiente, con telefonate frequenti da parte di medici italiani.

Nel 2016 inoltre abbiamo subito il danneggiamento di una valigia da parte di American Airlines durante il viaggio alle Hawaii: Columbus ci ha rimborsato in poche settimane.

Per concludere…

Dopo aver testato diverse tipologie di polizze, per ora ci troviamo bene con Columbus e continuiamo con questa. Se le cose dovessero cambiare, vi tengo aggiornati.

 

Milly
{testi e fotografie di Milena Marchioni}
{immagine di copertina da Shutterstock}

 

Iscriviti alla newsletter di Bimbi e Viaggi per rimanere sempre aggiornato sulle novità!

Se ti piace il blog, seguici anche su FACEBOOKTWITTER, INSTAGRAM e GOOGLE+

 

Per saperne di più:

  1. Tessera Sanitaria Europea: come usarla in Europa
  2. Quando un bimbo di ammala in viaggio: l’importanza di partire preparati
  3. Annullare un viaggio prenotato e vedere il bicchiere mezzo pieno
  4. Ammalarsi in viaggio: come comportarsi negli Stati Uniti
  5. Cuba fai da te: consigli per il visto e l’assicurazione sanitaria

L'autrice: * Milly Marchioni *

Mamma di Amanda, classe 2007. Viaggiatrice indipendente, adoro il mare e le isole tropicali ma anche la montagna e in generale i viaggi a contatto con la natura...passando per le città, i piccoli borghi, i castelli, le sagre di paese... Scoprire il mondo con gli occhi di mia figlia mi sta aiutando a crescere come viaggiatrice ma soprattutto come persona.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *